Non ci sono profeti

FLAUTO MAGICO (2)
#MozartIlFlautoMagico
 
“Ogni artista vive il suo tempo, non ci sono profeti. Il musicista interpreta e commenta a modo suo i fatti che succedono. Nella Vienna di Leopoldo II la polizia era in agitazione per quello che succedeva a Parigi. L’imperatore temeva qualche insurrezione. Le logge massoniche erano tenute d’occhio.
 
Nel 1791 non si parla di altro che di Cagliostro, mago, imbroglione, che si era dichiarato illuminato di Baviera. Aveva creato il rito egiziano maschile e femminile. Arrestato a Roma a fine 1789 era sotto processo con imputazioni pesanti, falso, truffa, eresia. Nell’aprile del 1791 il Sant’Uffizio lo dichiara colpevole dei peggiori delitti. L’editto papale vieta la massoneria, le società segrete, la setta egiziana, l’Ordine degli illuminati”.
 
Mozart il Flauto magico
Disponibilità in libreria e on line
 
 
 

l’opera del genio

FLAUTO MAGICO (1)
 
“È uscito da poco, novità di quest’anno, il nostro libro sul Flauto magico.
 
Questo Singspiel di Mozart è una fiaba in musica. Il numero delle chiavi di lettura è sproporzionato al valore letterario del libretto. Chi ne ha parlato l’ha fatto spesso con intenti apologetici: l’opera del genio, il capolavoro.
 
Ci eravamo già occupati del Flauto magico nel volume Goethe, Mozart e Mayr Fratelli illuminati della Archè, con prefazione di Alberto Basso. In questo nuovo volume Mozart Il flauto magico aggiorniamo radicalmente i nostri studi.
 
La chiave di lettura più oggettiva del Flauto magico deve tener conto degli avvenimenti che il librettista e il musicista vivevano nell’anno 1791, quando Il flauto magico fu rappresentato”
(continua…)
 
Disponibilità in libreria e on line
 
AMAZON: https://www.amazon.it/Mozart-flauto-magico-Luca-Bianchini/dp/8827826521
 
 
Livorno, Teatro Goldoni Livorno
“Il flauto magico”
Foto Augusto Bizzi